Loading

IL MIGLIOR GESTIONALE PER L'ODONTOIATRA

BLOG DI DENTO

Privacy by design, l’altra faccia del GDPR

Il nuovo decreto sulla privacy per il dentista medio è una seccatura, per le software house molto di più.

Io ho la doppia sfortuna di essere dentista e in qualche modo anche software house……

Sto apportando alcune (per fortuna poche perché la struttura era già buona) modifiche a Dento per allinearlo al concetto di Privacy by design. Privacy by design non è avere un modulo conforme al GDPR da far firmare al paziente ma qualcosa di più complesso che riguarda la struttura del programma. Un esempio sono i livelli d’uso che possiamo attribuire  ai diversi utenti, oppure l’attenzione prestata affinché le schermate che possono essere state dimenticate aperte non presentino informazioni private del paziente.

Persino gli studi devono essere strutturati secondo i principi di Privacy by design, impedire che i pazienti possano sbirciare sui monitor in sala d’attesa oppure non usare il monitor sulla poltrona per presentare dati sensibili.

Oggi ci siamo concentrati sull’adeguamento al GDPR del sistema di password di Dento, dalla versione 6.8.7, quella che sto usando, le password dovranno essere di non meno di 8 caratteri, avere almeno una maiuscola, una minuscola, un numero e non potranno essere uguali alla precedente. Una scocciatura in più legata al GDPR…..

FileMaker ha rivisto la sua politica prezzi in modo a mio parere irrazionale eliminando le licenze standard da circa 400 euro per passarle tutte ad Advanced del costo di circa 600 euro. Per questo motivo diventa interessante lo sviluppo di Dento su iPad visto che FileMakerGo rimane gratuito. I nuovi iPad dal costo di 350 euro diventano dei client veramente appetibili per informatizzare lo studio in accoppiata con un Mac che fa da server.

Oggi abbiamo installato su tutte le macchine FileMakerPro 17 e, per la prima volta, ho usato un Mac Mini sia come server (con fileMakerServer) che come client (uno dei cinque) con FileMaker. Ho potuto così eliminare un vecchio Mac non più aggiornabile ai nuovi sistemi operativi senza doverlo sostituire con uno nuovo.

Nell’immagine che vedete qui sopra tratta dall’elenco pazienti, vedete la possibilità di ricercare i pazienti che non vengono più da una certa data……

Germano Usoni

Analisi di risparmio usando l’impronta digitale

Facciamo due veloci calcoli sul risparmio che si può ottenere facendo l’impronta digitale di un impianto singolo, scelgo questo tipo di prestazione perché ritengo sia quella dove il vantaggio digitale sia più evidente.
La prima banale considerazione è il risparmio del materiale d’impronta, naturalmente darò valori medi, sicuramente non precisi, dipendenti dalla marca del materiale, dagli sconti e dalla tecnica d’impronta ma, quel che conta, è il ragionamento. Usando Impregum con il Pentamix, stimando prezzi Krugg e valutando in 10 (per comodità) le impronte ottenibili da una confezione abbiamo un risparmio di 12 euro e di circa 1 euro per l’alginato. Non dimentichiamo la consegna del lavoro con il Pony, i porta impronte che non tornano e che comunque tornano sporchi, il materiale che scade o che dobbiamo ricordare di acquistare.
La seconda considerazione è il risparmio di tempo, non tengo mai tempi troppo corti in studio, per il mio carattere e per differenziarmi dai supermercati dentali, il tempo che dedico all’impronta è ora di 30 minuti (contro i 60 precedenti) e di 30 per il fissaggio in bocca (contro i 60 precedenti. Sono tempi che reputo abbondanti e variabili da operatore a operatore, resta il fatto che si dimezzano. Si riducono i rifacimenti di impronta e si quasi azzerano i ritocchi alla consegna del lavoro. I costi fissi nel mio studio sono di 94 euro ora!
Terza considerazione i costi di laboratorio, Sviluppo modelli con sistema Giroform, moncone sfilabile, sviluppo antagonista sono 25 euro che non ci sono più. La precisione che si ottiene con il digitale è spettacolare!
Il risparmio stimato è perciò di 13 (impronta) più 94 (tempo) più 25 (laboratorio) per un totale di 132 euro per singolo dente, adattate i valori alle vostre realtà e traete le giuste considerazioni.
Ultima considerazione, mi riferisco a Straumann unica marca che uso in studio, se invece che usare la metodica cementata passiamo a quella avvitata (più comoda, più rispettosa per le mucose, vista la mancanza di cemento, ugualmente estetica se si trasforma il foro della vite in una bella otturazione) risparmiamo altri 150 euro che possiamo giocarci in prezzo più basso a parità di utile o in utile maggiore.
Certo nel conto non dobbiamo dimenticare il costo dello scanner……… quante impronte dovremo fare per ammortizzarlo?

Germano Usoni

GDPR cosa trovate sul blog e cosa trovate in Dento

Il nuovo regolamento europeo è arrivato, con i suoi nuovi principi e obblighi e con le temute sanzioni.

Sicuramente una nuova fonte di stress per gli studi dentistici, vediamo cosa fare, in Dento abbiamo l’informativa sulla legge 196/2003 che stampiamo per ogni paziente e che viene registrata come PDF nel database tutte le volte che viene stampata, aspettando un aggiornamento di Dento, a questo link:

Testo GDPR da inserire in impostazioni > testi > consenso dati legge 196/2003

trovate il testo da inserire al posto di quello presente in Dento, in questo modo assolvete all’obbligo di informare il paziente e continuate a registrare i documenti (che andranno firmati e conservati in cartella) anche in Dento come prova di avvenuta stampa. A questo link:

AUTORIZZAZIONE ALL’ACCESSO A DATI PERSONALI EX ART. 29 DEL REGOLAMENTO UE N. 679

trovate il testo per autorizzare/incaricare i componenti dello studio a utilizzare i dati sensibili contenuti in Dento e presenti nei vostri schedari. Dovrete nominarvi come responsabili della protezione dei dati, questo lo potete fare anche con la modulistica presente in:

Dento > Menu > Impostazioni > Manuale di Studio > Privacy  (l’ultimo dei 23 argomenti)

Dove trovate 9 pagine del DPS che sono utilizzabili per gli scopi del regolamento europeo (GDPR), eventualmente anche rinominandoli (per i più bravini con l’informatica).

Dovete ora anche autorizzare laboratori odontotecnici, commercialista e consulenti del lavoro, modificando questo documento:

Designazione R. E. del Trattamento ai sensi dell’art. 28 del reg. UE 2016/679

Per quanto riguarda una versione aggiornata di Dento avrete notizie entro 15 giorni, la versione 6.8.5 era pronta per il corso ma presenta un problema di importazione che non riesco a risolvere da solo.

Germano Usoni

Autorizzazione all’accesso a dati personali ex art. 29 del regolamento UE n. 679/2016

Per il GDPR è necessario autorizzare in maniera scritta tutti i componenti dello studio che hanno accesso ai dati sensibili dei pazienti, propongo un modulo tipo da adattare per tutti i collaboratori e il personale:

 

lo Studio Medico Dentistico  ………… con sede legale in Via …….. n. ……  cap. …….. Milano (MI), in persona del legale rappresentante Dott. ………… C.F…………. P.I……….  p.e.c. …………@pec.andi.it,  quale Titolare del trattamento dei dati personali, ai sensi dell’art. 29 del Regolamento UE n. 679/2016, con il presente atto autorizza il Dott. ……….. residente in Via ……….. n. …. cap. …… Milano (MI), C.F. ……………avente qualifica di Odontoiatra ad accedere, elaborare e trattare i dati personali riferiti a Pazienti al fine esclusivo di compiere le operazioni di trattamento di propria competenza ed in conformità alle direttive impartite direttamente dal Titolare. 

Si precisa che secondo l’art. 1, comma 1, n. 1) del Regolamento per “dato personale” si intende “qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile («interessato»); si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all’ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale”; mentre, secondo l’art. 1, comma 1, n. 2) del predetto Regolamento, per “trattamento” si intende “qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l’ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l’adattamento o la modifica, l’estrazione, la consultazione, l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l’interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione”.

In tale prospettiva, al soggetto autorizzato è dato espresso incarico da parte del Titolare di trattare i dati personali riferiti a Pazienti dello Studio Medico Dentistico  Dott. Usoni :

1) in modo lecito e secondo correttezza;

2) raccogliendoli e registrandoli esclusivamente per gli scopi inerenti l’attività svolta e secondo le direttive impartite dal Titolare medesimo;

3) accedendo, nell’ambito dei dati in oggetto, alle sole informazioni la cui conoscenza sia strettamente necessaria per adempiere i compiti assegnati;

4) verificando che essi siano esatti e, ove necessario, aggiornandoli;

5) verificando che essi siano pertinenti, completi e non eccedenti le finalità per le quali sono stati raccolti o successivamente trattati, secondo le indicazioni ricevute dal Titolare;

6) conservandoli, rispettando le misure di sicurezza predisposte dal Titolare così come con le disposizioni scritte dallo stesso impartite e garantendo in ogni operazione di trattamento la massima riservatezza.

Inoltre, si precisa che nessun dato personale potrà essere comunicato o diffuso a terzi, senza la preventiva specifica e scritta autorizzazione del Titolare del trattamento, impegnandosi il soggetto autorizzato al rispetto assoluto di tale prescrizione; del pari, il soggetto autorizzato, con la sottoscrizione del presente documento, si impegna sin da ora a mantenere il massimo riserbo in ordine ai dati personali cui dovesse venire a conoscenza, per il tramite del loro trattamento. 

In difetto di quanto sopra, il Titolare potrà agire direttamente nei confronti del medesimo soggetto autorizzato per fare valere i propri diritti ed interessi eventualmente lesi, anche sotto un profilo di risarcimento danni. 

Milano, lì 19/05/2018

____________________

Firma per presa visione ed integrale accettazione

Dott. …………..