Dall’introduzione dell’iPod il mondo si è accorto di Apple poi, con l’arrivo dell’iPhone prima e dell’iPad dopo (grazie Alberto), Apple ha dilagato come una marea. Se venti anni fa arrivavi con un Mac per fare una presentazione ti guardavano con sospetto, ora se arrivi con un pc ti guardano come uno sfigato. I giovani usano Mac, per questo DentO (che è pur sempre multipiattaforma) è la scelta ideale per chi appena laureato vuole iniziare a documentare la propria attività. Anche se chi inizia a fare l’odontoiatra il più delle volte non lo fa nel proprio studio, consiglio ai giovani di iniziare a tenere traccia del proprio lavoro dal punto di vista clinico o iconografico, siamo meno fortunati di architetti, arredatori, designer ecc., i nostri lavori restano racchiusi nelle bocche dei pazienti, cerchiamo almeno di non farli sparire del tutto.

Dent-One prima e DentO poi sono nati dalla mia insoddisfazione per i gestionali in commercio nel 1996; evidentemente anche questi si sono evoluti ma, per il mondo Mac le scelte sono sempre state meno e questo giustifica ancora di più la mia scelta.

Un MacBook air base della penultima generazione si trova a 999 euro, e con DentO diventa l’unica spesa per gestire uno studio di un giovane che inizia. Mi piacerebbe poter parlare di gestione ai giovani nei corsi di laurea per prepararli a questo aspetto della professione anche replicando  in ambito ANDI il corso di Como del 2013;  ANDI ha un progetto ANDI giovani cosa meglio di un gestionale gratuito può rientrare in un progetto simile. In attesa che si muova qualcosa, il blog, grazie al passaparola ha prodotto 1.441 iscritti e molti di questi usano DentO ogni giorno.

Per la prima volta il blog ha superato 24.000 accessi di pagina/mese, 5.000 persone/mese! Per potenziare questo passaparola sto introducendo anche i “filmati spiegoni” ma che fatica farli!