Loading

IL MIGLIOR GESTIONALE PER L'ODONTOIATRA

BLOG DI DENTO

Una modifica

In prima pagina del blog campeggia la scritta: “Il miglior gestionale per l’odontoiatra”. Perché non per lo studio odontoiatrico? Perché sarebbe falso, lo studio odontoiatrico ha una così grande varietà di rappresentazioni che dovrebbe richiedere un gestionale su misura per ognuna di esse. È impensabile che lo studio mono professionale o quello con 10 poltrone abbiano le stesse esigenze. Addirittura introdurre varianti nello stesso studio dentistico porta a dover eseguire modifiche al gestionale.

Il problema dei moduli.

Nello studio, soprattutto se mono professionale è difficile essere puntigliosi sulla burocrazia dei moduli, anamnesi, consenso dati 196/2003, informativa sulle regole dello studio, consensi informati, spesso per il poco tempo, vengono trascurati e nei mesi ci si ritrova con molte cartelle incomplete; eppure la mancanza di alcuni di questi fogli può procurarci guai. Nel nostro studio la variante introdotta (che ha portato a questa modifica in Dento) è stata un’assistente in più, questo ci ha permesso di dedicare del tempo al controllo della completezza delle cartelle ed in particolare dei consensi informati. Inutile dire che anche da me diversi consensi mancavano o non erano stati consegnati perciò non erano firmati.

La modifica in Dento.

Quando si stampa il preventivo Dento chiede se si vuole stampare anche il consenso; non è una procedura ottimale, potremmo stampare due o tre varianti di preventivo e saremmo costretti a stampare due o tre consensi o, come nel mio caso, non stamparne nessuno per poi stampare solo quello accettato (se ci si ricorda). Quando torniamo a voler stampare il consenso informato non esiste un pulsante specifico, dobbiamo ri utilizzare il pulsante stampa e si apre così questa finestra:

Schermata 2014-06-26 alle 08.50.28

che ci obbliga a ripetere la procedura di stampa del preventivo, annullarla, per poi stampare anche il consenso, altro problema il consenso viene stampato con la data che non è quella del preventivo, come sarebbe logico, ma del giorno in cui si stampa; per ovviare a questo si deve imbrogliare la data del computer, ma non è certo una soluzione comoda! Quando si vuole cambiare una procedura come in questo caso, i fattori da valutare sono molti, l’impatto sull’interfaccia, l’impatto sull’utente, logica e velocità di esecuzione.

Schermata 2014-06-26 alle 15.31.29

La schermata di Dento antecedente la modifica (sopra) riporta in alto a sinistra il pulsante “Stampa” ed il tab “Prescrizioni”, nella versione modificata (in basso) sparisce il pulsante “Stampa”, il tab “Prescrizioni” diventa “Stampe” ed all’interno troviamo sia il pulsante per il preventivo che quello per il consenso informato.

Schermata 2014-06-26 alle 15.29.08

Cliccando su consenso informato si otterrà una finestra che permette di intervenire sulla data di stampa per scegliere o quella di stampa del preventivo (caricata di default) o una a piacere tra questa e l’inizio effettivo delle cure.

Schermata 2014-06-30 alle 09.45.23

Le mie signorine hanno gradito molto. Attivatevi per rendere il blog un punto di discussione per migliorare Dento, se avete trovato una procedura semplificabile o migliorabile segnalatela, anche con una mail se non sapete come fare col blog. Due validi colleghi, Andrea Maragno e Paolo Gerardo già lo fanno ma se allarghiamo il confronto potremo migliorare ancora di più.

Recupero Crediti

Scrive l’amico Alberto Mazzocco:

Leggevo un articolo di Caprara sul recupero crediti. Poneva l’attenzione sulla percentuale di non saldato rispetto al totale, come un indicatore importante sulla salute dello studio. Si potrebbe mettere nella contabilità di Dento questo dato facilmente visibile e monitorabile (per chi non lo sapesse è il rapporto tra il fatturato e i crediti).

Ne prendo spunto per fare alcune considerazioni, quanti utenti Dento conoscono le funzioni del programma? oppure quanti utenti hanno aggiornato alla versione 5 che è online da quasi 2 anni? Scrivo questo perché Dento ha tutti gli strumenti per monitorare gli insoluti e molto di più ma chi li sa usare? Quanti utenti leggono l’help? Ho frequentato quasi tutti i corsi di gestione e management del campo dentale, alcuni tenuti da colleghi, alcuni tenuti da esperti del settore, alcuni sbilanciati sul lato contabile, alcuni sulla comunicazione al paziente, tutti interessanti, da tutti si pota a casa qualcosa, in alcuni casi cose che si possono applicare in studio il giorno dopo, altre volte cose che si vorrebbero applicare ma che richiedono un impegno particolare……. ma a tutti manca una cosa, il legame stretto con un gestionale dentale.

Il gestionale dentale lo usiamo tutti i giorni, se lo sappiamo usare bene (e se è fatto bene) ci da tutte le risposte di cui abbiamo bisogno, di più, in alcuni casi Dento ci mette al corrente di cose importanti anche se non le abbiamo chieste, e volendo possiamo fare, quando i dati inseriti sono di diversi anni, previsioni sul futuro dell’andamento dello studio. Allora sono sempre più convinto della frase che è sempre stata sulla pagina da cui si scaricava Dento prima che ci fosse il blog e che ora è nella pagina del corso: Un corso di gestione dello studio dentistico, a mio parere, dovrebbe essere legato all’uso di un gestionale dentale, dal corso si dovrebbe uscire con lo strumento che ci permette di applicare quanto appreso e questo strumento dovrebbe essere compreso nel costo del corso.

Alberto vuoi fare un corso?

 

Conflitti di sistema

Ricevo questa mail da una collega e la commento qui a beneficio di tutti:

Buongiorno Dott. Usoni,

mi scusi se mi permetto di scriverLe direttamente in privato,

ma sto avendo qualche problema con dento.

il mio Mac (OS X 10.5.8) non supporta correttamente la versione di Dento 5.0

Sarebbe più corretto dire FileMaker 11 visto che lui è il motore che fa girare Dento.

riesco ad installare correttamente l’applicazione, la uso, ma..poi l’applicazione non risponde correttamente,

qui servirebbe sapere esattamente cosa si intende per “non risponde correttamente”, quale operazione causa eventuale blocco, cioè  quando succede cosa stiamo facendo.

e purtroppo ho già perso tutti i dati una volta perchè..con un’uscita forzata ho danneggiato il file di sistema.

mi chiedevo se potevo reinstallare la versione 4.0, che probabilmente risulta più efficiente per il mio sistema operativo

Dento 5.0 è programmato con FileMaker 11, FileMaker è il motore, eventuali conflitti potrebbero essere tra FileMaker e OSX, tenendo conto che ambedue sono fatti da Apple sono eventi rari, comunque sia Dento 5.0 che 4.0 sono programmati con FileMaker 11 ed hanno le stesse probabilità di buono o cattivo funzionamento, se va il 4 deve andare il 5, la struttura è quella.

Perché ha perso i dati? il backup del giorno prima? al massimo si perde un giorno di modifiche, basta tornare al backup precedente che tra l’altro non ha subìto l’uscita forzata.

è ancora possibile eseguire il download dal sito?

si ma di Dento 5.0

oppure, visto che ho una copia di dento 4.0 sul mio backup, è possibile risalire alle mie credenziali?

Io credo che convenga eseguire una esportazione dei dati, scaricare un Dento nuovo ed importare i dati, dopo un danneggiamento di un file l’affidabilità può esser minore. In menu trova un pulsante “Esporta dati” cliccandolo, Dento esporta i dati del programma in Macintosh HD > Documenti. All’apertura della nuova copia scaricata scelga di importare i dati da una precedente versione.

La Ringraziando anticipatamente per l’aiuto,

cordiali saluti

F . . . . . . a

Ricambio e continuiamo eventualmente la chiacchierata su questo post

Germano

Incredibile ma VERO!!!!!!

Come prevedibile, all’uscita di una nuova versione si intensificano il numero di utenti che effettuano l’upgrade.
Sono circa 120 gli utenti che sono passati ad una nuova versione, la procedura è semplicissima, dal vecchio si clicca sul pulsante presente in menu ed il programma genera i file temporanei (quelli con il nome temp.fp7) nella cartella documenti del Mac, alla apertura del nuovo Dento il programma chiede se vuoi importare i dati, si sceglie di farlo ed è FINITO!!!!!
Il programma ora mette anche un documento in formato text sulla scrivania che si chiama log rec e contiene la lista di tutto ciò che ha importato.
Veramente non è possibile fare meno passaggi eppure 120 ci riescono ed uno no! e quell’uno ti manda decine di mail, gli chiedi di allegarti il log rec e dice che non c’è sulla scrivania, gli spieghi che allora non ha cliccato su importa da una precedente versione e lui giura di averlo fatto, gli chiedi di cercare nella cartella documenti dell’hard disk e dice che non c’è una cartella documenti………..??????
Ti si accende una lampadina, gli chiedi: hai un Mac vero? ti dice si, ma ora lo sto facendo su Windows , allora chiedi Dento lo usi su Windows? no sul Mac ma ora ho anche comprato FileMaker per usarlo su Windows! 
Cioè il caro collega ha esportato i file temporanei su Mac, sta aprendo un nuovo Dento su Windows e non capisce perché il programma non riesce ad importarli!!!!
Non ci credete? volete vedere la copia delle mail?

Dento 5.0 v11

E’ disponibile sul server www.dento.it l’ultima versione di Dento sviluppata con FileMaker11.
Dopo questa cambierà il metodo di download, di registrazione e sarà necessario tradurre i dati dalla versione 11 alla 12, pertanto sarà necessario farsi assistere nell’operazione.