Loading

IL MIGLIOR GESTIONALE PER L'ODONTOIATRA

BLOG DI DENTO

Autorizzazione all’accesso a dati personali ex art. 29 del regolamento UE n. 679/2016

Per il GDPR è necessario autorizzare in maniera scritta tutti i componenti dello studio che hanno accesso ai dati sensibili dei pazienti, propongo un modulo tipo da adattare per tutti i collaboratori e il personale:

 

lo Studio Medico Dentistico  ………… con sede legale in Via …….. n. ……  cap. …….. Milano (MI), in persona del legale rappresentante Dott. ………… C.F…………. P.I……….  p.e.c. …………@pec.andi.it,  quale Titolare del trattamento dei dati personali, ai sensi dell’art. 29 del Regolamento UE n. 679/2016, con il presente atto autorizza il Dott. ……….. residente in Via ……….. n. …. cap. …… Milano (MI), C.F. ……………avente qualifica di Odontoiatra ad accedere, elaborare e trattare i dati personali riferiti a Pazienti al fine esclusivo di compiere le operazioni di trattamento di propria competenza ed in conformità alle direttive impartite direttamente dal Titolare. 

Si precisa che secondo l’art. 1, comma 1, n. 1) del Regolamento per “dato personale” si intende “qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile («interessato»); si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all’ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale”; mentre, secondo l’art. 1, comma 1, n. 2) del predetto Regolamento, per “trattamento” si intende “qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l’ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l’adattamento o la modifica, l’estrazione, la consultazione, l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l’interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione”.

In tale prospettiva, al soggetto autorizzato è dato espresso incarico da parte del Titolare di trattare i dati personali riferiti a Pazienti dello Studio Medico Dentistico  Dott. Usoni :

1) in modo lecito e secondo correttezza;

2) raccogliendoli e registrandoli esclusivamente per gli scopi inerenti l’attività svolta e secondo le direttive impartite dal Titolare medesimo;

3) accedendo, nell’ambito dei dati in oggetto, alle sole informazioni la cui conoscenza sia strettamente necessaria per adempiere i compiti assegnati;

4) verificando che essi siano esatti e, ove necessario, aggiornandoli;

5) verificando che essi siano pertinenti, completi e non eccedenti le finalità per le quali sono stati raccolti o successivamente trattati, secondo le indicazioni ricevute dal Titolare;

6) conservandoli, rispettando le misure di sicurezza predisposte dal Titolare così come con le disposizioni scritte dallo stesso impartite e garantendo in ogni operazione di trattamento la massima riservatezza.

Inoltre, si precisa che nessun dato personale potrà essere comunicato o diffuso a terzi, senza la preventiva specifica e scritta autorizzazione del Titolare del trattamento, impegnandosi il soggetto autorizzato al rispetto assoluto di tale prescrizione; del pari, il soggetto autorizzato, con la sottoscrizione del presente documento, si impegna sin da ora a mantenere il massimo riserbo in ordine ai dati personali cui dovesse venire a conoscenza, per il tramite del loro trattamento. 

In difetto di quanto sopra, il Titolare potrà agire direttamente nei confronti del medesimo soggetto autorizzato per fare valere i propri diritti ed interessi eventualmente lesi, anche sotto un profilo di risarcimento danni. 

Milano, lì 19/05/2018

____________________

Firma per presa visione ed integrale accettazione

Dott. …………..

Relazione sull’ultimo corso di gestione dello studio dentistico con DentO

Venerdì 11 con 5 iscritti (su un numero massimo di 6) ma solo 4 presenti, si è svolto quello che potremo definire il corso di primavera di Dento. Questa edizione si è svolta nel mio studio, senza invitati, che non erano mai mancati nelle scorse edizioni e con solo utenti esperti, (è il primo della serie con 18 Ecm) Tommaso Marchi da Trento, per la prima volta presente, Andrea Cazzola da Sandrigo che invece è un veterano, sempre più competente, Claudia Sormani da Lodi, utente esperta che in passato ha contribuito all’evoluzione del programma e Michela Biagiotti da Firenze, esperta di gestionali e ricca di spunti per nuove funzioni e modifiche.

Dento non è cambiato quanto avrei voluto ma alcune cose sono state apprezzate, la possibilità di trascinare immagini dalle cartelle del sistema operativo come in tradizione Macintosh, la ricerca di pazienti “scomparsi” e nuovi formati per favorire l’uso di iPad sono stati i più evidenti anche se “sotto il cofano” gli interventi sono stati tanti.

I prossimi interventi sul programma riguarderanno il GDPR, la modulistica aggiornata che sarà messa nel manuale di studio e qualche modifica sulla “Privacy by design” nella quale però Dento è già a buon punto.

Contrariamente alle scorse volte, non verrà messo in rete un nuovo runtime, Dento 6.8.5 rimane solo per i partecipanti al corso e per chi ne farà richiesta (ma deve avere una licenza di FileMakerPro 16) almeno fino a quando sarà pronta una versione per il GDPR.

Germano Usoni

Che nuove funzioni troveranno i corsisti venerdì 11?

Oltre a nuove funzioni, sono stati risolti diversi piccoli bug che di volta in volta mi segnalate o, più spesso, troviamo io e Sandro nel corso degli upgrade. Alcune richieste sono state man mano esaudite, anche se a volte ci vogliono mesi di tempo per farlo. Per esempio lo scorso anno a Genova, durante il corso in casa del provider E20, il Dott. Stefano Zandonella aveva espresso il desiderio di una funzione che, un po’ goliardicamente, aveva definito “dove cavolo è finito”. In pratica voleva sapere chi erano i pazienti che non si vedevano più da qualche anno.

Quando si deve definire una funzione, arrivano i problemi pratici da risolvere. Se un utente usa l’agenda si possono andare a cercare i pazienti che non hanno appuntamenti da una data in poi, ma se non si usa  l’agenda? Per chi non usa l’agenda (e purtroppo ce ne sono ancora) abbiamo pensato di ricercare la data dell’ultima scheda archiviata ma, anche qui, ci possono essere utenti che non differenziano le schede, per questo abbiamo introdotto un controllo anche sulla data dell’ultima fattura emessa. Da elenco pazienti sarà sufficiente scegliere il numero di anni e poi, cliccando esegui, vedere comparire in un attimo un elenco di pazienti. Rimarrete stupiti nel constatare che pazienti che pensate non vengano da un paio di anni in realtà non vengono da otto o nove.

Abbiamo migliorato la gestione di scheda dentale, ortodontica e anagrafica su iPad e Mac/pc che ora danno più informazioni e su  iPad fanno meraviglie (fermo restando lento l’uso in wireless).

Migliorato anche l’uso degli accessi regolamentati per i vari utenti e quasi esaudita una richiesta del povero Paolo Gerardo (la lista delle prescrizioni 93/42 nella scheda del laboratorio) che terrò per le nuove funzioni di un prossimo corso e spiegherò in un prossimo articolo.

Non siamo ancora del tutto pronti per il GDPR perché non ho più tempo per fare tutto, confido in una proroga…..

Germano Usoni

 

Nuovi formati per l’uso da iPad e aggiornamenti per la privacy

La versione di Dento attuale è aggiornata alla legge sulla privacy, non ancora al GDPR, anche se il sistema di log rec (registrazione degli eventi) è stato migliorato e i file possono essere sottoposti a criptazione a 128 bit.

E’ stato sviluppato un nuovo formato di scheda dentale per iPad, in questo modo è possibile controllare completamente ogni processo da iPad. Questa scelta permette di usare come client i nuovi iPad da 359 euro oppure i vecchi iPad da 9,7 pollici che ora sono in offerta da MediaWorld a 259 euro, considerando che il software per far girare Dento su iPad, FileMakerGo, è gratuito non credo che esista niente di più economico per informatizzare uno studio.

Ora per inserire immagini nelle cartelle è sufficiente trascinarle sul campo desiderato, in puro stile Mac.

Sono stati risolti numerosi piccoli bug emersi durante lo sviluppo. Purtroppo questo periodo ha coinciso con un aumento di lavoro e la revisione di sito e blog (ancora in corso) che mi hanno impedito di fare di più.

A venerdì

Germano Usoni