Il runtime, funzione che permette di distribuire Dento gratuitamente, sparisce.

Non posso che ritenermi fortunato, ho iniziato a sviluppare un programma di utilità per le mie collaborazioni ortodontiche nel 1996 con la versione 2.1 di FileMaker e pian piano si è trasformato in Dent-One prima e poi in Dento come lo conoscete ora con la versione 18, 24 anni in informatica sono un’era geologica!

Perché fortunato? Perchè ho scelto il cavallo giusto FileMaker. In questi anni molti programmi sono scomparsi e se fosse stato così anche per FileMaker sarebbe stata la fine di Dento.

La versione 2.1 era prodotta da Claris, una consociata Apple, poi Claris  si  è trasformata in FileMaker inc. e ora da un anno si è ritrasformata di nuovo in Claris. I cambi di dirigenza producono cambi di rotta, siamo alla versione 18, (in vista della 19 tra qualche mese) e come si era percepito da tempo il runtime, una caratteristica di FileMakerPro che consentiva di generare un programma monoutente, nato probabilmente per la permettere la valutazione delle funzioni  di un’applicazione, sparirà.

Finché farò il dentista Dento rimarrà, sempre gratis e continuerà il suo sviluppo ma, per farlo girare, sarete obbligati a comprarvi una licenza di FileMakerPro.

L’ultimo runtime, Dento_6.9.5 è stato generato con FileMakerPro 17 anche se ho già il 18 proprio perché la versione 18 non me lo consente. Probabilmente potrò generare runtime anche per la versione 19 ma, appena FileMakerPro uscirà con una funzione non compatibile con la versione 17 sarà obbligatorio avere la licenza.

Le evoluzioni delle ultime versioni mirano tutte a un utilizzo del programma in cloud e a pagamenti in base all’utilizzo, sicuramente non per un vantaggio economico dell’utente finale, anzi.

Buona vacanza forzata!

Germano