Ciao Paolo ti ho messo giù tre schermate di un sistema grezzo (poi se vuoi lo affiniamo insieme) per fare l’analisi dei costi.

Rispetto a DentO 6 ci sono due campi nuovi in Prestazione: 1) costi fissi al minuto e 2) costi fissi (ricavato dai minuti di lavoro per costo al minuto), questi valori vengono riportati nel nuovo prezzo quando viene creato.  Costi fissi al minuto è registrato in Preferenze dove troviamo due costi al minuto: Costi Fissi e Costi Variabili.

In prezzi cambiano molte cose, ho aggiunto il campo costo del collaboratore in caso di un accordo su cifra fissa e non percentuale, i costi variabili (laboratorio, impianti, monouso ecc.) e il calcolo dell’utile della prestazione; già questo consente di non fare grossi errori nello stabilire il prezzo di una prestazione o il compenso di un collaboratore.

quando si esegue una prestazione, questi valori vengono riportati nella sezione importo fasi, il formato che si apre quando eseguiamo una prestazione:

In questa schermata possiamo intervenire sul tempo realmente impiegato per eseguire la prestazione quando differisce dallo standard impostato; se la percentuale dell’operatore è impostata a zero nel calcolo userà “Costo operatore” altrimenti userà ”%operatore”; se l’operatore è il titolare anche il costo operatore andrà tolto. Il campo “Costi variabili” comprendere oltre al laboratorio, costi impegnativi come gli impianti, la bocca di ortodonzia, Invisalign, il monouso ecc.

E’ una base sulla quale ragionare ma non mi sembra male, a te (o a chi vorrà intervenire) la palla

Germano