Loading

IL MIGLIOR GESTIONALE PER L'ODONTOIATRA

BLOG DI DENTO

Gidipierrizzazione di DentO

Approfittando di qualche brandello di tempo ho quasi terminato la gidipierrizzazione di DentO. Ora da tutte le sezioni anagrafiche si possono stampare i documenti GDPR specifici per il tipo di contatto (Pazienti, Collaboratori, Dipendenti, Laboratori, Fornitori).
I documenti stampati sono memorizzati nella rispettiva scheda anagrafica come PDF e sono richiamabili a video in qualsiasi momento, qui sotto vedete un esempio per l’anagrafica collaboratori.

 

Dal pulsante stampante si accede alle tipologie di documenti specifici per quella sezione e, nel portale documenti stampati, sono elencati i documenti creati per quell’anagrafica. I testi dei documenti sono estrapolati da documenti di un aggiornamento xDent, documenti AlfaDocs, documenti del corso ANDI e da quelli di un paziente DPO per una grande ditta. Questo mi ha consentito di condensare i testi in pochi fogli, tre complessivamente per i collaboratori, uno per i pazienti e per le altre figure. Non sembra ma è stato un lavorone leggere un sacco di fogli per arrivare al risultato finale. La versione che si chiamerà 6.8.7, sarà resa disponibile a settembre, ora necessita di un po’ di test prima di generare il runtime.

La politica prezzi di FileMakerPro è cambiata, seguendo una linea che non è quella auspicata dagli sviluppatori, ora esiste un solo tipo di licenza client, la advanced, che costa di più della Pro di prima. Questo mi ha spinto a continuare a sviluppare la versione iPad. Dento è utilizzabile su iPad tramite la versione Go di FileMaker che è gratuita. Questo consente di comprare solo una licenza FileMaker server (si paga per il numero di connessioni) e usare come client i Pad senza costi software. Il risparmio per uno studio è notevole visto che DentO è gratis. Dalla prossimo versione non faremo pagare nemmeno più la quota per postazione per anno.

Buone Vacanze Germano

Che nuove funzioni troveranno i corsisti venerdì 11?

Oltre a nuove funzioni, sono stati risolti diversi piccoli bug che di volta in volta mi segnalate o, più spesso, troviamo io e Sandro nel corso degli upgrade. Alcune richieste sono state man mano esaudite, anche se a volte ci vogliono mesi di tempo per farlo. Per esempio lo scorso anno a Genova, durante il corso in casa del provider E20, il Dott. Stefano Zandonella aveva espresso il desiderio di una funzione che, un po’ goliardicamente, aveva definito “dove cavolo è finito”. In pratica voleva sapere chi erano i pazienti che non si vedevano più da qualche anno.

Quando si deve definire una funzione, arrivano i problemi pratici da risolvere. Se un utente usa l’agenda si possono andare a cercare i pazienti che non hanno appuntamenti da una data in poi, ma se non si usa  l’agenda? Per chi non usa l’agenda (e purtroppo ce ne sono ancora) abbiamo pensato di ricercare la data dell’ultima scheda archiviata ma, anche qui, ci possono essere utenti che non differenziano le schede, per questo abbiamo introdotto un controllo anche sulla data dell’ultima fattura emessa. Da elenco pazienti sarà sufficiente scegliere il numero di anni e poi, cliccando esegui, vedere comparire in un attimo un elenco di pazienti. Rimarrete stupiti nel constatare che pazienti che pensate non vengano da un paio di anni in realtà non vengono da otto o nove.

Abbiamo migliorato la gestione di scheda dentale, ortodontica e anagrafica su iPad e Mac/pc che ora danno più informazioni e su  iPad fanno meraviglie (fermo restando lento l’uso in wireless).

Migliorato anche l’uso degli accessi regolamentati per i vari utenti e quasi esaudita una richiesta del povero Paolo Gerardo (la lista delle prescrizioni 93/42 nella scheda del laboratorio) che terrò per le nuove funzioni di un prossimo corso e spiegherò in un prossimo articolo.

Non siamo ancora del tutto pronti per il GDPR perché non ho più tempo per fare tutto, confido in una proroga…..

Germano Usoni

 

Prendiamo in considerazione un punto per volta/2

Ieri c’è stato un proficuo incontro con Sandro dove abbiamo messo a posto alcune cosette e abbiamo ragionato su alcune richieste.

Avevo chiesto un referendum sul punto1, dopo aver riletto i commenti, con Sandro abbiamo deciso che un tasto di avanzamento settimana in agenda non è indispensabile, in compenso abbiamo aggiustato un piccolo bug sulla visualizzazione degli appuntamenti nei sabati e nelle domeniche.

Il punto 2 non è attuabile perché:

1) per inserire i dati di un paziente devi prima fargli firmare il consenso della legge 196/2003

2) non avresti il controllo sull’inserimento delle anamnesi doppie che in Dento si attua sul codice fiscale

Si potrebbe però pensare di dare la possibilità di inviare un sms dalla nota, ci vuole comunque nome cognome e telefono e sarebbe difficile automatizzarlo come è ora. Come sempre per capire la reale necessità bisogna capire quanto affollamento c’è in segreteria, fino ad ora io non ne ho sentito il bisogno.

Ora l’alert dell’anamnesi funziona anche su iPad con un pop over che funziona premendo sul campo nome sia in menu che in agenda quando il campo è rosso, rivedendo questa cosa abbiamo introdotto un miglioramento nella logica di funzionamento dell’anamnesi.

Abbiamo migliorato i grafici in esecuzione fasi, la ricerca in ore lavorate e, per chi ha una SRL, ora è possibile far comparire i nomi degli esecutori delle fasi in fattura. Grazie a Simone De Dionigi che ha pagato la modifica e l’ha resa disponibile a tutti.

Per Michela ci sono però anche buone notizie, ora si possono inserire le immagini trascinandole sui campi (per ora solo nella ortodontica, appena ho tempo anche nella dentale).

Tutte queste modifiche vanno testate, da quando ho annunciato il 3 febbraio che c’era l’alert per l’anamnesi dopo le prove è stato rifatto tutto……..

Ho chiesto a E20 il provider dei corsi di prevedere corsi più piccoli, 5-6 persone in modo da avere più ECM (20) e più tempo per verificare il trasferimento dei dati dalle vecchie alle nuove versioni, ma ad un costo più alto 450 euro IVA compresa. Cosa ne pensate?

Germano Usoni

Precisazioni sul Manuale dello Studio Dentistico in Dento

Dice l’help:

La creazione in un gestionale dentale di un manuale dello studio dentistico è una idea nuova. Il manuale è una raccolta, completamente personalizzabile dall’utente, di norme interne, promemoria, ordini di servizio per il personale, consultabili in qualsiasi momento dai componenti dello studio.
Si accede al manuale cliccando la voce “manuale studio” dal menu di Dento.
Il manuale viene fornito con oltre 160 pagine che devono essere adattate alla realtà del proprio studio. Per accedere alla sezione dalla quale si può modificare il manuale bisogna cliccare su compila dalla tendina script di FileMaker.

Non mi sono mai soffermato molto, nemmeno ai corsi, su come sia comodo inserire nel manuale dello studio dentistico tutta la modulistica necessaria ad esempio per gli adempimenti ASL o per la 81/08. Non ho idea di quanti veramente usino questa piccola applicazione e, per mia mancanza, mi son dimenticato di dire che nel passaggio ad una nuova versione, il manuale viene sostituito con il mio perdendo perciò tutto quello che avete inserito!

Ci ha pensato a ricordarmelo La collega Claudia Sormani con la quale mi scuso e che ringrazio infinitamente. Mi scrive Claudia:

ci siamo accorti (con Sandro Bramati) che se è stato modificato il MANUALE STUDIO (da me rettificato con 6 mesi di lavoro delle ragazze che hanno inserito tutti i nostri protocolli negli ordini di servizio dove comparivano le impostazioni di Germano) questi non vengono esportati. Mi sono accorta con l’arrivo di una nuova assistente cui ben contenta mostravo i documenti…Intanto ho cercato di recuperare il più recente back up e mi sono accorta che non aveva funzionato per diversi mesi…manuale saltato e dati persi?!!!!
Oggi in qualche modo un omino saggio ne ha trovato una copia in chissa quale angolo del disco ma nel frattempo ho versato qualche lacrima. Quindi i consiglio è di prendere nota di tutte le modifiche che apportiamo ricordandoci di verificarne l’avvenuto trasferimento con gli aggiornamenti….A presto Cl

Fortuna che hai potuto recuperare i dati e che non si è mai fermato Dento in questi mesi, controllate sempre il back up! Per ovviare all’inconveniente del Manuale di studio, come si capisce dallo scritto di Claudia, è sufficiente trascinale la vecchia copia del file mnl.usr (nel caso di runtime) o mnl.fmp12 (nel caso di FileMaker) nella nuova cartella e sostituire il file omonimo.

Grazie ancora Claudia ti aspetto al nuovo corso con la nuova assistente

Germano

Ddl Concorrenza e funzioni relative presenti in Dento

Cito da Odontoiatria 33:

E’ ormai nota a tutta la categoria dei colleghi odontoiatri l’avvenuta approvazione del cosiddetto Ddl Concorrenza (LEGGE 4 agosto 2017, n. 124, legge annuale per il mercato e la concorrenza. (17G00140) (GU n.189 del 14-8-2017) e l’obbligo di preventivo scritto indicato all’Articolo 1, comma 150 che recita:

All’articolo 9, comma 4, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27,al secondo periodo, dopo le parole: «Il professionista deve rendere noto» sono inserite le seguenti: «obbligatoriamente, in forma scritta o digitale,» e, al terzo periodo, dopo le parole: «la misura del compenso e’ previamente resa nota al cliente» sono inserite le seguenti: «obbligatoriamente, in forma scritta o digitale”.

Cosa offre Dento nella stesura del preventivo per seguire le richieste del Ddl Concorrenza:

la possibilità di ordinare il preventivo per dente o per prestazione per rendere più compatto il documento

la possibilità di variare il contenuto del testo in calce secondo l’esigenza del professionista o della struttura

la possibilità o meno di evidenziare uno sconto (che viene indicato come importo non addebitato)

la possibilità di evidenziare le modifiche rispetto alla versione precedente tramite le lettere F.P. in rosso a fianco delle prestazioni aggiunte (questa funzione presuppone che la prima versione del preventivo sia stata stampata e che la data sia successiva a quella del primo preventivo)

la stampa di un consenso informato specifico per quel preventivo al termine della stampa del preventivo (i testi del consenso delle singole operazioni sono naturalmente personalizzabili)

Perciò già dalla versione scaricabile dal sito risponde alle esigenze di legge. Posso ipotizzare che possa servire specificare nelle strutture più articolate chi è il titolare delle cure, cioè implantologo Dott. Tizio, endodontista Dott. Caio, igienista Dott. Sempronio ecc. e indicare gli estremi delle relative polizze Rc professionali.

Ditemi se questa può essere una caratteristica necessaria.

Germano Usoni